Vietnam

La bandiera del Vietnam è stata adottata il 30 novembre 1955. La bandiera è rossa sullo sfondo con una grande stella gialla a cinque punte al centro. Il colore rosso è il colore del comunismo ma simboleggia anche il sangue delle vittime versato durante la lotta per l’indipendenza. La stella d’oro al centro della bandiera rappresenta le cinque classi sociali, operai, contadini, accademici, giovani e soldati, che insieme creeranno il socialismo.

La prima cosa che devi sapere sul Vietnam è che è un paese comunista a partito unico con un’economia prevalentemente agricola. Il Vietnam ha una forma di governo repubblicano socialista, quindi se provieni da un paese occidentale urbanizzato, sei destinato a sperimentare un po’ di shock culturale.

In primo luogo, alcune libertà che potresti aver dato per scontate saranno severamente limitate in Vietnam. Si classifica 175 su 180 paesi per la libertà di stampa. Anche il Vietnam è in basso per quanto riguarda la libertà religiosa, con atti religiosi soppressi dal governo se violano il cosiddetto “interesse nazionale” e “l’ordine pubblico”.

È abbastanza economico vivere in Vietnam rispetto ai paesi occidentali e i tuoi soldi dureranno molto più a lungo. Tuttavia, questo dipenderà dal tuo stile di vita e potrebbe anche differire da città a città.

La lingua principale in Vietnam è il vietnamita.

Poiché il Vietnam era una colonia francese, il francese tende ad essere la seconda lingua popolare. Il cinese mandarino è anche ampiamente parlato nelle aree metropolitane. Molti vietnamiti nei centri urbani popolari parlano inglese, ma gli anglofoni possono essere difficili da trovare in contesti più rurali

Il vietnamita usa l’alfabeto latino, che può facilitare la lettura sui cartelli e nei manuali.

Il sud-est asiatico è noto per i mercati che vendono versioni contraffatte di famosi marchi di abbigliamento. In Vietnam, tuttavia, puoi acquistare veri abiti firmati a un prezzo altrettanto basso delle repliche. Questo perché il Vietnam è un centro di produzione per molti importanti marchi di abbigliamento e le fabbriche vendono le rimanenze di magazzino a un quarto del prezzo al dettaglio in luoghi come il centro storico di Hanoi o il mercato russo di Ho Chi Minh City.

Utilizzo di carte di pagamento

Molti negozi e ristoranti accettano le carte, ma le frodi con le carte non sono rare, quindi è meglio pagare in contanti. Ci sono molti sportelli bancomat e generalmente si accettano ancora contanti.

Se cambi 50 USD in Vietnam, diventerai milionario. a Dong. A complicare ulteriormente le cose è il fatto che il Vietnam ha 17 diverse varietà di monete e banconote. La denominazione più bassa è 100 Dong, disponibile sia in moneta che in banconota, e vale circa 0,5 centesimi di dollaro. Pertanto, prendi l’abitudine di avere sempre a portata di mano una calcolatrice e un convertitore di valuta.

Viaggia lì

Volo

Ci sono voli per il Vietnam da diversi paesi. Il tempo di volo dalla maggior parte dei paesi occidentali è di circa 12 ore.

Treno

Ci sono treni giornalieri dalla Cina, Cambogia e Laos.

Autobus

Gli autobus vanno in Vietnam dalla Cina, dalla Cambogia e dal Laos.

Visum

La maggior parte dei viaggiatori deve avere un visto quando si reca in Vietnam, che di solito può essere organizzato all’arrivo. Di solito sei autorizzato a rimanere per 3-6 mesi, a seconda della tua nazionalità. Inoltre, il Vietnam ha introdotto un visto elettronico (e-visa), che costa $ 25 USD ed è concesso per visite singole fino a 30 giorni.

Una volta approvato, devi solo stampare il visto e presentarlo all’ingresso in Vietnam. Non perdere questa stampata del visto elettronico perché ti servirà durante i tuoi viaggi in Vietnam.

Gli hotel lo richiederanno al momento del check-in presso l’alloggio e le agenzie di viaggio potrebbero richiederlo al momento della prenotazione dei voli.

Stampa anche la tua assicurazione di viaggio. Anche l’immigrazione chiederà questo perché vuole sapere che sei coperto se ti ammali o ti ferisci durante il tuo soggiorno.

Assistenza sanitaria

Nel complesso, il Vietnam ha un sistema sanitario molto buono e in rapido miglioramento. L’enfasi del settore sulla prevenzione piuttosto che sulla cura è stata una delle ragioni per cui il Vietnam è stato così rapido nel rispondere alla pandemia di coronavirus.

Il Vietnam ha un sistema sanitario misto pubblico-privato, sebbene stia lentamente passando a un modello completamente pubblico. Il modello sanitario è molto più avanzato nelle grandi città, ma sta lentamente raggiungendo anche le zone rurali. Quasi tutta l’assistenza sanitaria preventiva è gratuita in Vietnam, comprese le vaccinazioni e l’assistenza sanitaria materna e infantile.

Gli espatriati di solito scelgono di visitare gli ospedali privati di Hanoi o Saigon, in quanto è più probabile che siano gestiti da medici che parlano inglese o francese. Per questo motivo si consiglia vivamente di stipulare un’assicurazione sanitaria privata, soprattutto se si vive al di fuori delle aree urbane. Potresti anche prendere in considerazione l’idea di aggiungere una copertura per l’evacuazione medica, poiché potresti scoprire che alcuni trattamenti specialistici richiedono di recarti a Bangkok, Singapore o Seoul.

Religioni

Ufficialmente, il Vietnam è uno stato ateo. Nonostante questo, molti dei suoi cittadini sono religiosi. Le tre religioni principali in Vietnam sono il buddismo, il taoismo e il confucianesimo. A volte sono raggruppati insieme come una religione chiamata i tre insegnamenti o tam giảo. Molti praticano religioni popolari, come venerare gli antenati o pregare gli dei, specialmente durante Tết e altri festival.

Crimine

Vivere in Vietnam è relativamente sicuro. Il paese raramente subisce gravi disastri naturali come terremoti e tsunami. La sicurezza, specialmente nelle grandi città, è accettabile. La polizia e le altre autorità raramente si scontrano con gli stranieri o chiedono tangenti. Il tasso di criminalità in Vietnam è tra i più bassi nel sud-est asiatico, che a sua volta è noto per avere un basso tasso di criminalità. La prostituzione e l’abuso di droghe sono comuni in Vietnam. I ladri sono più attivi a Ho Chi Minh City.

Cosa fare e cosa non fare

Vestiti educatamente


Quando si viaggia in Vietnam, si consiglia di vestirsi in modo appropriato ed evitare di indossare abiti sottili o trasparenti. È considerato scortese indossare questi tipi di abbigliamento in pubblico, specialmente nei templi, nelle pagode e in altre attrazioni sacre. Ricordati di coprire le braccia e le gambe e di nascondere il più possibile la tua pelle per non rivelare. Va bene indossare pantaloncini, gonne o canotte nei bar, in spiaggia o al resort. Ma la nudità non è incoraggiata, poiché i vietnamiti non la tollereranno e la considereranno offensiva.

Sii rispettoso nelle attrazioni religiose


Oltre a indossare abiti modesti, dovresti anche tacere quando visiti siti religiosi. Nessuno vuole essere disturbato in un posto tranquillo. Togliersi cappelli e scarpe prima di entrare nel santuario è anche qualcosa che è necessario perché indossare cappelli e scarpe nella Buddha Hall è un tabù nel mondo vietnamita. Inoltre, non dovresti puntare e toccare la statua del Buddha in quanto ciò è considerato irrispettoso.

Learn to use some common Vietnamese words


Parlare la lingua locale è sempre il benvenuto.

Chiedi il permesso prima di scattare foto


I vietnamiti sono abbastanza amichevoli. Tuttavia, questo non significa che puoi scattare foto quando vuoi, perché non molte persone si sentiranno a proprio agio. Pertanto, assicurati di chiedere il permesso prima di scattare una foto di qualcuno. Inoltre, in molti luoghi, la popolazione locale può aspettarsi il pagamento.

Prova il cibo di strada in Vietnam


La cucina del Vietnam è incredibilmente varia, dai piatti tradizionali allo street food. Provare il cibo di strada è qualcosa da non perdere.

Affare


Quando si visita un mercato locale in Vietnam, è meglio contrattare e ottenere un prezzo fisso per le cose che si desidera acquistare, poiché molti venditori aumenteranno il prezzo molto più in alto del valore reale dell’articolo. Ma quando contrattate, non dovreste perdere la pazienza. Se il prezzo non soddisfa le tue aspettative, sorridi, dì “Grazie” e prova un altro posto.

Togliti le scarpe quando entri in casa di qualcuno


Se visiti la casa di un locale, dovresti toglierti le scarpe prima di entrare. Questa azione mostra rispetto per l’ospite

Fare regali

Fare regali è una delle attività popolari nella vita quotidiana dei vietnamiti. Puoi fare un regalo a qualcuno per il suo compleanno, anniversario, celebrazione della longevità, matrimonio, ecc. In particolare, potresti voler fare un regalo quando sei invitato in una comunità locale.

D’altra parte, se ricevi un regalo da altri, non dovresti aprirlo davanti a loro. Aspetta di tornare al tuo alloggio e apri il tuo regalo più tardi.

Rispetta gli anziani

In Vietnam, gli anziani hanno sempre la priorità in ogni situazione, e ovviamente nel pasto. Dovresti sempre invitare prima gli anziani a mangiare e aspettare che inizino a mangiare.

Nota sull’uso delle bacchette


I vietnamiti usano le bacchette per mangiare. Oltre a imparare come utilizzare questo strumento, dovresti notare alcuni tabù quando lo usi. Non posizionare le bacchette verticalmente verso l’alto su una ciotola di riso; non giocare con le bacchette mentre mangi. Queste azioni sono considerate portatrici di sfortuna e altamente offensive. Non usare le bacchette per infilzare il cibo, non succhiare le bacchette, poiché questo è eccezionalmente malsano. Inoltre, non puntare le bacchette verso gli altri perché è scortese.

Usa mappa


Dal momento che le strade e il traffico del Vietnam sono piuttosto complessi e difficili da trovare, sarà meglio se hai una mappa stampata o una mappa offline, o assicurati di avere una connessione Internet per utilizzare una mappa online per trovare la direzione. Inoltre, prendi una carta presso il tuo alloggio per ritrovare più facilmente la strada del ritorno.

Non vantarti dei tuoi soldi


Non mostrare di avere soldi perché ci sono molti borseggiatori e ladri per strada, specialmente a Ho Chi Minh City. Pertanto, ricordati di rimuovere gioielli e accessori e tieni la borsa davanti a te per evitare che ti venga rubata.

Non esprimere amore in pubblico


In Vietnam non è comune vedere una coppia che esprime amore per strada. Quindi, sarà meglio se non baci, coccoli o tocchi il tuo fidanzato/fidanzata/moglie/marito in pubblico. È accettato solo il tenersi per mano.

Non farti coinvolgere in attività illegali


Certo, nessuno vuole essere punito in un paese straniero. Quindi, non impegnarsi in attività illegali. In Vietnam, sei sanzionato amministrativamente solo in alcuni casi. Ma in molte altre situazioni, puoi metterti nei guai e persino essere incarcerato. Per questo motivo, ricorda di evitare i seguenti problemi;

  • Usa droghe e cannabis
  • Scatta foto delle dimostrazioni e delle infrastrutture e degli strumenti militari
  • Giochi e scommesse
  • Pubblicare voci su notizie politiche sui social media

Non discutere della guerra del Vietnam


Quando vieni in Vietnam, va bene se vuoi chiedere e conoscere la storia vietnamita. Tuttavia, non essere scettico e discutere sulla guerra del Vietnam, perché è un argomento delicato. La guerra ha causato molti danni e gravi conseguenze per il Vietnam.

Non dare soldi ai mendicanti


Quando cammini lungo le strade vietnamite o le aree turistiche, potresti incontrare molti mendicanti. Non offrire loro denaro però; questo non è incoraggiato in Vietnam.

Viaggio in Vietnam

Il Vietnam offre una varietà di modi per spostarsi. Potresti goderti giri in moto spazzati dal vento, volare direttamente da un punto all’altro o prendere treni e autobus attraverso il paese e goderti i panorami lungo il percorso.
Con un po’ di pianificazione (e uno spirito avventuroso), di solito puoi arrivare dove vuoi facilmente e comodamente. All’interno delle città ci sono moltissimi taxi, autobus e biciclette; e in campagna, la bicicletta è spesso un’alternativa allettante.

Luoghi da visitare

Come visitatore per la prima volta in Vietnam, probabilmente vorrai stare vicino alle due principali aree metropolitane: Hanoi (popolazione 5 milioni) a nord e Ho Chi Minh City (Saigon; popolazione 9 milioni) a sud. Probabilmente troverai la vita nelle grandi città abbastanza simile a quella delle grandi città occidentali, con un ampio accesso a cibo, tempo libero, intrattenimento, trasporti e così via. Due dei quartieri più popolari tra gli espatriati di lingua inglese includono Tay Ho ad Hanoi e Binh Thanh a Ho Chi Minh City.

Una volta che ti sarai un po’ più sistemato, potresti trovare attraente la vita in altre città, specialmente quelle sulla bellissima costa del Vietnam. Da Nang e Nha Trang sono luoghi popolari per gli espatriati che cercano uno stile di vita più tranquillo. Abituarsi a vivere in Vietnam può richiedere del tempo agli stranieri: il Vietnam è un posto rumoroso e probabilmente incontrerai molto più rumore che a casa.

Halong Bay

La straordinaria combinazione di cime calcaree carsiche e mari riparati e scintillanti di Halong Bay è una delle principali attrazioni turistiche del Vietnam. Ma con più di 2.000 isole, c’è un sacco di paesaggi mozzafiato da esplorare. Prenota una crociera notturna e prenditi del tempo per i tuoi momenti speciali in questa meraviglia del Patrimonio Mondiale: alzati presto per un’eterea alba nebbiosa o vai in kayak nelle grotte e nelle lagune. Preferisci i tuoi paesaggi carsici un po’ meno affollati? Prova la meno turistica ma ugualmente spettacolare Lan Ha Bay, che è un po’ più a sud, o Bai Tu Long, a nord.

Parco nazionale di Phong Nha–Kẻ Bang


La meraviglia naturale del Vietnam è l’incredibile Hang Son Doong, una delle grotte più grandi del mondo, situata nel cuore del Parco Nazionale di Phong Nha-Kẻ Bàng. Le immagini di viaggiatori simili a formiche che accendono torce frontali intorno alle vaste caverne vuote tirano le corde della voglia di viaggiare; ma a meno che tu non abbia $ 3000 da spendere per un viaggio, non potrai partecipare a questa meraviglia sotterranea. Ma non temere perché Phong Nha-Ke Bang ha una miriade di altre grotte che puoi scalare, strisciare, attraversare in barca o in funivia per una frazione del costo, tra cui Hang Én, che ha la sua spiaggia. Inoltre, ci sono molte attrazioni fuori terra, tra cui escursioni guidate intorno alle montagne carsiche più antiche dell’Asia, che ospitano tigri, elefanti e 300 specie di uccelli.

Ho Chi Minh City

Sempre più internazionale ma ancora inconfondibilmente vietnamita, l’ex Saigon ha un’energia vitale che delizierà i devoti delle grandi città. HCMC non ispira neutralità: o verrai trascinato nel suo eccitante vortice e ipnotizzato dall’eterno ronzio delle sue motociclette in cerchio, oppure troverai l’intera esperienza travolgente (e alcuni visitatori sembrano scegliere costantemente tra i due). Immergiti e sarai ricompensato con una ricchezza di storia (il War Remembrance Museum è una tappa obbligata), cibo delizioso e una vivace vita notturna che spazia dalle birre all’angolo della strada agli eleganti cocktail lounge.

Hanoi


La capitale del Vietnam è una città con un piede sepolto in un passato affascinante, mentre l’altro avanza fiducioso nel futuro. Scopri l’inebriante mix di storia e ambizione di Hanoi girovagando per le strade del centro storico, sorseggiando un caffè all’uovo (caffè fatto con tuorli d’uovo) o sorseggiando un’abbondante scodella di bun rieu cua (una zuppa di spaghetti di granchio acida) mentre guardi gli uomini d’affari mangiare noodles o giocare a scacchi con il nonno. Quando hai finito, dai un’occhiata alla fatiscente decadenza del quartiere francese, quindi dirigiti verso il cosmopolita Tay Ho per una cucina raffinata e la verità sulla fiorente scena artistica di Hanoi.

Hội An


La storica Hội An è la città più suggestiva e affascinante del Vietnam. Un tempo porto importante, vanta la grandiosa architettura e l’incantevole scenario lungo il fiume che si addice al suo patrimonio. La città vecchia ha conservato il suo incredibile patrimonio di fatiscenti case mercantili giapponesi, elaborate sale delle corporazioni cinesi e vecchi magazzini del tè, anche se ovviamente i residenti e le risaie sono stati gradualmente sostituiti da compagnie turistiche. Lounge bar, boutique hotel, agenzie di viaggio, un’abbondanza di sartorie e un gran numero di turisti giornalieri fanno parte della scena qui. Se diventa troppo, salta su una bicicletta per esplorare la periferia della città e i dintorni incontaminati, dove troverai la vita che si muove a un ritmo molto più tranquillo.

Ba Be National Park


Deviazione dal normale percorso turistico del Vietnam nel Parco Nazionale di Ba Be, una delle principali destinazioni per i viaggiatori avventurosi. Il paesaggio qui spazia da montagne calcaree con un picco di 1554 m fino a profonde valli avvolte da fitte foreste sempreverdi, punteggiate da cascate e laghi. Il parco è un paradiso per centinaia di specie selvatiche, tra cui scimmie, orsi e pangolini (gli unici mammiferi completamente ricoperti di scaglie) così come la salamandra vietnamita in grave pericolo di estinzione, mentre gli amanti del birdwatching vorranno osservare la spettacolare aquila crestata e l’orientale falco pecchiaiolo, che si può osservare durante le gite in barca o le escursioni a piedi. Dopo una giornata di osservazione della fauna selvatica, ricaricati in alloggi rustici e pensioni nel villaggio appartenente alla minoranza etnica locale Tay.